FAQ Google AdWords

Cosa è la pubblicità Pay per Click (PPC)?
I messaggi pubblicitari a pagamento sono quelli che compaiono in alto o a destra nella pagina dei risultati di ricerca di Google. Non compaiono a caso, ma verranno mostrati da Google quando l’utente farà una ricerca usando le parole chiave da te specificate. L’utente che ci cliccherà sopra, verrà portato direttamente al tuo sito o alla tua pagina web. E tu pagherai per ogni click fatto dagli utenti (ci sono delle eccezioni ma la maggior parte del traffico si paga così).
Qual’è lo scopo della pubblicità PPC?
Aumentare il traffico del tuo sito web. E tra gli strumenti del web marketing è il più efficace, soprattutto nel rapporto costo/risultati, visto che pagherai solo per ogni click fatto sull’annuncio.
Quali sono i vantaggi della pubblicità PPC?
Se hai appena avviato la tua attività e non hai un grande budget per la tua campagna di web marketing, il PPC è una grande opportunità. Creare annunci PPC non è complicato e soprattutto sei tu a decidere il budget da investire nella campagna PPC.
Quanto costa Google AdWords?
Purtroppo non è possibile rispondere in termini generici, ma è necessaria un’analisi caso per caso. Vediamo perché.
Anzitutto partiamo con una bella notizia: su AdWords puoi investire il budget che vuoi. Se deciderai di spendere 1€ al giorno, spenderai 1€ al giorno. Inoltre potrai decidere quale è l’importo massimo che sei disposto a spendere per ogni clic sull’annuncio. Se vorrai spendere al massimo 0,5€ per clic, spenderai al massimo 0,5€ per clic. Fantastico, no?! Quasi, perché tu puoi decidere di spendere quanto vorrai, ma non potrai decidere il prezzo a cui comprare, ossia non potrai decidere a quanto AdWords vende i suoi clic. Su AdWords si paga (quasi sempre, come abbiamo detto) in base al clic sull’annuncio; se investirai 1€ di budget al giorno ed 1 clic sul tuo annuncio costa 1€ (cifra assolutamente ipotetica) vuol dire che ci sarà al massimo un utente che cliccherà sull’annuncio e raggiungerà il tuo sito. Un po’ poco, vero?
Posso investire 2€ al giorno pagando 0,1€ per clic? Così avrò 20 clic/giorno con 2€!
No, non puoi o meglio: puoi decidere di spendere al massimo 2€ al giorno e puoi anche decidere che per un clic vuoi spendere al massimo 0,1€ al giorno… ma non è affatto detto che AdWords pubblicherà i tuoi annunci. Se sarai (molto molto) fortunati 10 centesimi a clic basteranno, ma nella maggior parte dei casi non sarà così.
Ma allora quanto costa un clic su AdWords?
Ecco un’altra domanda cui è impossibile rispondere in termini generici. Diciamo che, in termini solo teorici, ogni clic su un annuncio può costare da 0,01€ in su. Ma… i clic non costano quasi mai 1 centesimo di euro e possono arrivare a costare anche svariati euro; per fortuna, però, molti casi si collocano a metà strada, diciamo dai 50-60 centesimi ai 2 €. Prendi queste stime solo come indicative.
Quindi cosa è che determina il prezzo di un clic sull’annuncio?
Ecco una domanda cui si può rispondere con precisione. Cominciamo spiegando le dinamiche di costo della pubblicità di tipo search (di ricerca) ossia degli annunci che compaiono sulla pagina dei risultati di Google quando si digita una certa parola chiave (ad esempio se cercate “scarpe rosse da donna” generalmente vi compariranno annunci che pubblicizzano scarpe da donna rosse, provate!). Abbiamo detto che se un utente clicca sull’annuncio, l’inserzionista paga una somma. Per pubblicare l’annuncio, l’inserzionista deve scegliere una serie di parole chiave che sono correlate al prodotto/servizio che vuole far conoscere o far acquistare. E’ sulle parole chiave correlate all’annuncio e non sull’annuncio in sé e per sé che si stabilisce l’offerta massima e che poi si paga!
Facciamo un esempio semplificato.
Poniamo che la tua attività sia di vendita di scarpe eleganti sia da uomo che da donna. Di scarpe da donna ne hai e ne vendi di più, quindi lo consideri un prodotto di punta. Su Adwords, hai preparato il tuo annuncio che è collegato al tuo sito web che riguarda le scarpe. In base a ciò, decidi di far comparire l’annuncio quando un utente digita le parole “scarpe da donna eleganti” oppure “scarpe da uomo eleganti”. Siccome ritieni di avere più chances di vendere le scarpe da donna, stabilisci di spendere al massimo 0,6€ per la parola chiave “scarpe da uomo eleganti” e 1€ per “scarpe da donna eleganti”.
Ecco che un’utente va su Google e digita “scarpe da donna eleganti”. A questo punto il sistema Google Adwords indice un’asta per stabilire quali annunci compariranno insieme ai risultati di ricerca. All’asta parteciperanno tutti gli inserzionisti AdWords che hanno scelto la parola chiave “scarpe da donna eleganti”. Chi vince l’asta, pubblica il suo annuncio nella prima pagina dei risultati di Google, chi la perde non vede pubblicato il suo annuncio. Se le cose vanno molto bene, l’annuncio compare nella parte alta della pagina dei risultati di Google, altrimenti l’annuncio compare nella parte laterale.
Questa asta è automatica e virtuale, tu non devi fare nulla, solo decidere le parole chiave di tuo interesse e quanto vuoi spendere al massimo per ogni clic collegato a ciascuna parola.
Per gli annunci visuali che compaiono sui siti partner di Google (quindi non in base ad una ricerca dell’utente) le dinamiche di costo sono un po’ diverse e complicate da spiegare. In questo caso, però, siamo in grado di darvi un’indicazione di costo per clic più precisa e generica: diciamo che un clic ti costerà al massimo 1€, in molti casi un po’ meno.
L’asta di AdWords si basa solo sul denaro?
No, si basa anche sul cosiddetto punteggio di qualità della parola chiave. Ad ogni parola chiave che scegliete Adwords attribuirà un punteggio di qualità che va da 1 a 10. Per approfondire questo argomento e sapere su cosa AdWords basa il suo giudizio, vi invito a leggere l’apposito post.
Dunque poniamo che per la parola chiave “scarpe da donna eleganti” abbiate un punteggio di qualità di 7 e siate disposti a spendere al massimo 1€. Questi due fattori determineranno il ranking dell’annuncio: 1*7= 7. Il vostro competitor ha, per la stessa parola, un punteggio di qualità di 5 ed è disposto a spendere 1,2€. Il suo ranking dell’annuncio è: 1,2*5= 6. Quindi anche se è disposto a spendere più di voi, sarete voi a veder pubblicato l’annuncio o a vederlo pubblicato in posizioni migliori della sua (ad esempio in alto invece che di lato). Dunque non è solo il denaro a rendervi vittoriosi su Adwords, tuttavia il gioco si fa più duro quando i competitors sono molti: è plausibile che, se 10 inserzionisti competono per pubblicare un annuncio, alcuni di loro abbiano dei buoni o ottimi punteggi di qualità e/o che siano disposti a spendere molto per il clic sull’annuncio. Se due inserzionisti hanno lo stesso punteggio di qualità per una parola chiave, vincerà quello disposto a spendere di più. Per questo la pubblicità AdWords ha costi per clic molto variabili: se ci sono molti competitors in un settore, i costi tendono a salire.
Una società mi ha chiamato e mi ha detto che loro pagano di meno AdWords.
Ci dispiace, ma questo è impossibile. Google vende Adwords alle stesse condizioni per tutti gli inserzionisti. Bisogna partecipare ad un’asta e chi vince pubblica l’annuncio, punto e basta. Come abbiamo detto, la pubblicazione dipende dall’importo massimo che si è disposti a spendere per ogni clic e dal punteggio di qualità della parola chiave. Un inserzionista (o il suo AdWords Specialist), deve cercare di ottenere un buon punteggio di qualità, e questo lo aiuterà nella pubblicazione, ma non esistono trucchetti o sconti di sorta per nessuno, incluse le agenzie.
Quanto costa un’agenzia o un AdWords Specialist?
L’agenzia e l’AdWords Specialist, generalmente, ti chiederanno, per il tempo che dura la campagna, un compenso che è determinato da due fattori: la parte più grande del compenso riguarda l’implementazione della campagna, che comporta molte ore o giorni di lavoro. Questo compenso può includere anche le lavorazioni grafiche per gli annunci visuali o la realizzazione di una pagina web apposita per la campagna. Il secondo fattore riguarda il “mantenimento” e l’ottimizzazione della campagna dopo averla fatta partire. Questo include l’aggiunta/rimozione di keyword, A/B test sugli annunci, modifica della corrispondenza di parole chiave, aggiunta di keyword cosidette negative etc.
Posso pagarvi solo se ottengo risultati, cioè se vendo i miei prodotti/servizi?
No. I risultati in termini di vendite dipendono da una varietà di fattori che non sono sotto il nostro controllo. A partire da macrofattori, come la situazione economica nazionale o le tendenze di mercato, ad arrivare all’usabilità del vostro sito internet o all’appetibilità (in termini di qualità, unicità o convenienza) del tuo prodotto. Non possiamo assumerci  il vostro rischio imprenditoriale: se fabbricate scarpe, dovete pagare il fornitore del cuoio anche se ne vendete poche. Allo stesso modo dovete pagare l’agenzia anche se non vendete come speravate.
Tuttavia un’agenzia ed un AdWords Specialist seri ti fornirà sia una stima realistica in termini di traffico che viene portato al sito in base al budget che sei disposti a spendere, nonché di altri elementi (web) che potranno influenzare il processo d’acquisto.
Infine l’agenzia o l’Adwords Specialist seri, ti fornirà periodici report con i quali saprai quanti clic hai ottenuto ogni mese, a quale costo medio, per quali parole chiave e così via.
E se uso AdWords da solo?
Puoi farlo, esattamente come puoi realizzarvi da soli il sito internet o creare la grafica di un volantino. Puoi farlo ma, se non sai cosa state facendo, solitamente non vi conviene perché i risultati sono scadenti. AdWords (come i siti web o la grafica) ha ormai raggiunto un livello di sofisticazione elevato e richiede aggiornamento costante. Inoltre su AdWords ogni errore ha un costo. In buona misura affidandovi ad un Agenzia o Specialist alla fine risparmierete, sia in termini di tempo e fatica sia in termini economici.